Pubblicato il

Andreas Feininger e i totem che ci lasciamo indietro

Andrea Feininger, fotografo di origini francesi ma naturalizzato statunitense, è conosciuto per le sue immagini della New York tra gli anni Quaranta e Cinquanta. Ma tra i suoi numerosi lavori colpiscono queste foto di ossa e scheletri di umani e animali. Al di là dell’approccio naturalistico, questi ritratti appaiono enigmatici come totem di antiche civiltà, e ci interrogano sulla morte e su quello che lasciamo di noi alle sabbie del tempo.

Qui l’articolo originale.

05_andreas feininger

September 1951: Limb structure of a sloth, allowing it to hang upside down. (Photo by Andreas Feininger/Time & Life Pictures/Getty Images)

September 1951: Skeletal structures of man and beast. (Photo by Andreas Feininger/Time & Life Pictures/Getty Images)

08_andreas feininger 09_andreas feininger

September 1951: Skeletal structure of a bird. (Photo by Andreas Feininger/Time & Life Pictures/Getty Images)

10_andreas feininger 06_andreas feininger 07_andreas feininger

September 1951: Skeletal structure of a jumping mouse, with long legs for jumping. (Photo by Andreas Feininger/Time & Life Pictures/Getty Images)

 


I libri fotografici di Andreas Feininger

 

Comments

comments